Il punto di partenza2019-03-14T15:38:08+00:00

COMINCIA DA QUI

Ti invitiamo, prima di proseguire su questo percorso, alla lettura dell’articolo “La visione del mondo, i Valori, la moneta, il debito pubblico”.
E’ importante perché permette a tutti noi di poterci parlare con lo stesso linguaggio, cosa profondamente differente dall’essere d’accordo. In questo articolo ci sono i termini base per arrivare ad una condivisione più profonda. Infatti solo con un linguaggio comune e una chiarezza sui termini base possiamo comunicare e quindi iniziare ad agire per un mondo di benessere per tutti.

Al termine della lettura potranno esserci tre possibilità:
1) hai compreso e concordi con quanto scritto
2) hai compreso ma non concordi con quanto scritto
3) vuoi ulteriori chiarimenti

In ogni caso ti chiedo di chiarire in quale delle tre situazioni ti ritrovi e, possibilmente, quali sono i punti di accordo e quelli meno chiari. Buona lettura e ti aspettiamo al termine.

Alcuni spunti

Le nostre idee di un’economia logica:

  • ogni figlio che nasce è ricchezza, anche finanziaria, perché attorno a lui nascerà operosità altrui;
  • ciò che rende il mondo migliore non è lo stipendio ma il nostro “lavoro”;
  • scrivere una canzone, una poesia o un libro aumenta il PIL del proprio paese;
  • rende più accogliente la propria città non il denaro per pagare chi pulisce le strade ma il lavoro di chi pulisce le strade;
  • la ricchezza di un popolo non è il suo denaro (che “qualcuno” crea dal nulla schiacciando un pulsante) ma la sua operosità (che nasce da ogni uomo);
  • il limite alla ricchezza di un popolo non è la quantità di moneta che ha a disposizione bensì la quantità di operosità, talento, creatività, progetti e obiettivi di cui può disporre;
  • la moneta (la cui quantità è tecnicamente illimitata), infatti, altro non è che l’unità di misura dell’operosità, del talento, della creatività delle persone;
  • ergo il valore sta nella persona, non in pezzi di carta colorata: la moneta;
  • il vero spreco di ricchezza è permettere che milioni di italiani siano disoccupati. E’ assurdo quindi non permettere alle persone di essere operose perché non ci sono i soldi;
  • il “lavoro” dovrebbe essere un dovere e poi un diritto;
  • la disoccupazione è quindi “una scelta” politica;
  • la tecnologia non dovrebbe aumentare la disoccupazione ma aumentare il nostro tempo libero per dedicarci all’arte di vivere e convivere;

Il politico più bravo quindi non è quello che veste meglio, che parla bene, che è spiritoso ma quello che organizza al meglio l’operosità di tutti noi. E che soprattutto ti dice tutte queste cose.

E il denaro, il debito, il debito pubblico, l’economia cosa c’entrano con tutto questo?

Sono proprio il motivo dell’iniziativa NoiSappiamo.

NoiSappiamo  chiama per nome tutte le persone che sentono  che c’è qualcosa che non va “nell’aria”.

NoiSappiamo è uno strumento concreto per chi avverte che il nostro semplice essere al mondo e la nostra operosità sono la vera e unica ricchezza.

NoiSappiamo è un’iniziativa per chi vuole conoscere l’economia logica e attuare azioni concrete per il benessere e la prosperità di tutti nella propria “comunità”

Cosa vogliamo fare?

Vogliamo far conoscere a tutti come potrebbe funzionare l’economia e in particolare ai nostri rappresentanti politici.

Perché?
Perché le scelte di politica economica devono essere in sintonia con la nostra Costituzione.

Siamo certi che SOLO quando un gruppo di cittadini si riconosce in queste idee: il mondo cambia.

Per questo motivo

vogliamo fare conoscere a tutti i ferraresi e metterle in atto con chi le condivide.

Condividi
  • 5
  •  
  •  
  •